Turismo Ambientale: un trend in crescita

Immersione in ambienti incontaminati, enogastronomia locale ed escursioni

Pubblicato il 18-06-2014 alle 07:15 Categoria: Turismo

IL TURISMO AMBIENTALE comprende tutte le forme di turismo il cui movente principale è la Natura: la sua osservazione (ad esempio i campi per il bird watching) o l’immersione in ambienti incontaminati (trekking, cicloturismo, equitazione, itinerari all’aria aperta, agriturismi, vacanze nei Parchi naturali). Ma si parla di turismo ambientale anche per quelle strutture ricettive che puntano sul rispetto della natura e del territorio. A pieno titolo, dunque, quello ambientale va annoverato tra le sempre più numerose espressioni di un turismo responsabile.

In linea con la crescita globale della sensibilità ambientale, il turismo verde è un settore in forte ascesa, con prospettive addirittura superiori a quello tradizionale: un’indagine della Commissione europea gli attribuisce un trend circa tre volte maggiore. Continua a crescere, inoltre, il numero di richieste proveniente dal settore per ottenere il marchio europeo di qualità ecologica Ecolabel, istituito dall’Unione europea per identificare i prodotti e i servizi rispettosi dell’ambiente: segno che le scelte in favore della sostenibilità ecologica vengono percepite dagli operatori del settore come un importante fattore competitivo.

Varie ricerche hanno tracciato un ritratto del turista verde: predilige strutture ricettive piccole, armonizzate con l'ambiente e preferibilmente gestite da personale locale. Apprezza le escursioni e ricerca informazioni per vivere senza mediazioni la natura. E non disdegna accompagnare il soggiorno con prodotti tipici e cucina locale. Ecco perché una delle più riuscite esperienze di turismo ambientale è quella dei parchi naturali italiani, che insieme ai paesaggi, alla storia dei luoghi e alle tradizioni locali offrono al turista strutture ricettive a basso impatto ambientale e stili di vita ecologici.